Micro-Moments

I Micro-moments, o micro momenti, sono quegli attimi nell’arco della giornata in cui si manifesta una necessità che viene soddisfatta tramite una consultazione online. Secondo Google, nell’ultimo periodo l’obiettivo dei Marketers e non, è quello di conquistare questi micro momenti.

L’importanza del presidiare ed essere presenti durante il processo decisionale dell’utente in qualsiasi momento si manifesta, è il punto principale.  La soddisfazione del bisogno nei micro-moments avviene prevalentemente tramite la consultazione dello smartphone.

Con la nuova tecnologia mobile, il modo di informarsi, di acquistare e di soddisfare i propri bisogni, è cambiato completamente.

 

I 4 tipi di micro momenti:

  • Voglio sapere (i want to know)
    è la fase esplorativa di un utente che ricerca informazioni;
  • Voglio andare (i want to go)
    fase in cui l’utente ricerca online informazioni sulla posizione di un negozio fisico, inizia così la fase iniziale del processo d’acquisto. L’obiettivo è riuscire a far trovare tempestivamente informazioni sul proprio negozio, nel momento giusto;
  • Voglio acquistare (i want to buy)
    In piena fase d’acquisto, dove l’utente sente la necessità di acquistare, l’obiettivo è farsi trovare online con le informazioni esatte e farsi scegliere;
  • Voglio fare (i want to do)
    Gli utenti vogliono apprendere, sempre di più, autonomamente e tramite internet. È importante, per la categorie interessate, farsi trovare pronti e con risorse educative riguardo l’utilizzo di un prodotto, servizio. I tutorial sono sempre tra i primi posti in una scala di utilizzo.

I micro-moments sono e saranno dei punti chiave di questo 2018, si tratta di un argomento da apprendere e strutturare in base alle necessità e agli interessi di un’azienda.

 

Come creare una strategia?

Google ha messo a disposizione alcuni tips che forniscono consigli su come sfruttare al meglio i micro-moments:

  1. Realizzare una mappa: in base al tipo di servizi e prodotti che tratta un’azienda, stilare una lista di momenti in cui è fondamentale farsi trovare.
  2. Empatia: produrre contenuti e risorse che semplificano e aiutano l’utente.
  3. Fornisci contenuti collegati: creare contenuti coerenti tra di loro e che abbiano un collegamento.
  4. Analizzare e misurare i dati ottenuti