Inbound Marketing

Cos’è l’Inbound Marketing

L’Inbound Marketing è  un insieme di strategie digitali focalizzate su:

  • farsi trovare da persone interessate al nostro prodotto/servizio,
  • attirarle verso il nostro marchio
  • farle diventare contatti, poi clienti, infine promotori.

L’Inbound Marketing punta quindi ad attrarre gli utenti verso il tuo marchio in maniera organica e naturale (a differenza del marketing tradizionale, dove è il tuo marchio a proporsi al pubblico), offrendo contenuti di qualità, comparazioni convincenti ed informazioni utili che vadano a risolvere i problemi reali del tuo pubblico.

Le 4 fasi dell’Inbound Marketing

– Prima fase: Attrarre i giusti utenti

La prima fase dell’inbound marketing prevede di creare i giusti contenuti per attrarre l’utenza in cerca delle tue soluzioni. In traffico in arrivo è quindi quello di utenti interessati che hanno la potenzialità di diventare tuoi clienti.

Gli strumenti adatti per questa fase sono:

 

  • SEO: una scelta accurata delle parole chiave permette di farti trovare facilmente dagli utenti, andando ad “intercettare” le ricerche dei visitatori, e allo stesso tempo facendo in modo che i motori di ricerca riconoscano correttamente gli argomenti e la struttura del tuo sito web.
  • Blog Aziendale: Scrivere contenuti con informazioni preziose per gli utenti, che siano di utilità anche e soprattutto per chi non ancora conosce il tuo marchio
  • Social Media: il passo logico è farti trovare su tutti i canali utilizzati abitualmente dagli utenti, ed i contenuti devono essere accattivanti e riconoscibili per far aumentare la brand awareness.

– Seconda fase: Conversione

Una volta che ci sarà traffico profilato (ovvero QUALIFICATO) sul tuo sito, sarà il momento di predisporre dei meccanismi per permettere ai visitatori interessati di lasciarti i propri dati. Se vuoi agevolare il passaggio da visitatore a Lead, devi offrire in cambio qualcosa: ebook, white paper, case studies, guide pratiche, e qualsiasi genere di informazione utile al tuo cliente-tipo.

 

Gli strumenti adatti per questa fase sono:

 

    • Call to action: i classici tasti che invitano ad effettuare un’azione (es: “Clicca qui!”) sono la parte iniziale e fondamentale di ogni processo di conversione.
    • Form: i moduli online ti permettono di raccogliere i dati degli utenti, a patto che siano semplici da riempire. La regola ottimale è di inserire il minor numero di campi possibile, quindi pensa bene a quali informazioni ti servono realmente.
    • Landing Page: le landing page sono pagine speciali, raggiungibili dalle call-to-action, che presentano un linguaggio diretto ed accattivante con un form in evidenza nella pagina.

– Terza fase: Conclusione

Hai a disposizione le informazioni dei tuoi Lead, ma questo non significa che siano automaticamente pronti all’acquisto. Spesso possono aver bisogno di ulteriori informazioni o risposte ai dubbi che ancora rimangono. In questa fase è fondamentale continuare a nutrire l’utente con messaggi mirati a seconda dei dubbi e del processo di navigazione.

In questa fase gli strumenti di marketing automation si rivelano inestimabili, in quanto ti permettono di tenere traccia del comportamento di ogni tuo lead, per poterlo poi contattare con tempismo e precisione

Gli strumenti adatti per questa fase sono:

 

    • CRM: i sistemi CRM ti permettono di profilarei tuoi lead per suddividerli in base al loro stato di interesse, fornendo uno storico delle interazioni con il tuo sito
    • Marketing Automation: i sistemi di marketing automation ti consentono di tracciare il Lead e regolare in automatico le comunicazioni in base alle sue azioni. Puoi mandare email diverse a seconda che il lead abbia visitato o meno una pagina specifica del tuo sito, ad esempio.
    • Email: il principale strumento di comunicazione, specie se incluso in strategie di marketing automation. Nutrire il contatto e tenerlo aggiornato è una strategia vincente, specie se abbinato ad offerte inerenti agli interessi dell’utente

– Quarta fase: Fidelizzazione

Nell’Inbound Marketing è fondamentale mantenere relazioni positive con l’utente anche dopo l’acquisto.

Una volta che ci sarà traffico profilato (ovvero QUALIFICATO) sul tuo sito, sarà il momento di predisporre dei meccanismi per permettere ai visitatori interessati di

lasciarti i propri dati. Se vuoi agevolare il passaggio da visitatore a Lead, devi offrire in cambio qualcosa: ebook, white paper, case studies, guide pratiche, e qualsiasi genere di informazione utile al tuo cliente-tipo.

 Gli strumenti adatti per questa fase sono:

    • CRM: i sistemi CRM ti permettono di profilarei tuoi lead per suddividerli in base al loro stato di interesse, fornendo uno storico delle interazioni con il tuo sito
    • Marketing Automation: i sistemi di marketing automation ti consentono di tracciare il Lead e regolare in automatico le comunicazioni in base alle sue azioni. Puoi mandare email diverse a seconda che il lead abbia visitato o meno una pagina specifica del tuo sito, ad esempio.
    • Email: il principale strumento di comunicazione, specie se incluso in strategie di marketing automation. Nutrire il contatto e tenerlo aggiornato è una strategia vincente, specie se abbinato ad offerte inerenti agli interessi dell’utente

I NOSTRI SERVIZI DI INBOUND MARKETING

Genera, Nutri, Traccia e Raccogli i dati dei tuoi leads in un’unica piattaforma. Segui il percorso d’acquisto dei tuoi potenziali clienti ed utilzza i migliori strumenti di marketing online.
Integrando le attività inbound, la creazione di contenuti su misura con strumenti di analisi ed ottimizzazione, potete concentrarvi sui potenziali clienti ed incrementare notevolmente il vostro fatturato.

Richiedi una Consulenza